Associazione Sentiero Rosso ONLUS

Dal 1999 a fianco dei Nativi Americani

Viaggi nelle riserve dei nativi americani 2018

Dal 1999 nelle riserve indiane. Vieni con noi nelle riserve per aiutare i lakota a preservare la loro cultura, le loro cerimonie, la loro storia. 

Luoghi e Località

Alcuni luoghi ed alcune località che solitamente visitiamo durante i nostri viaggi annuali nelle riserve dei nativi americani.

Libri

Sezione dedicata ai libri, soprattutto scritti da ragazzi  "freelance"

Richard Giago

Un grande artista, Oglala, che insegna ai ragazzi come fabbricare ed usare gli archi tradizionali, acquistabili da tutti.

The Quilt Maker

Le meravigliole coperte lakota fatte da Carol, che potete acquistare da lei direttamente.

Altre lingue

  

Dona con Paypal

 

Oggi305
Ieri443
Settimana3200
Mese7726
Totali142218

Who Is Online

5
Online

Sentiero Rosso, dal 1999 nelle riserve degli indiani d'America

 

  

Clementi Simone

Nasce a Roma il 18/02/1986, fin nei primi anni della sua vita, dimostra una passione smisurata per la scrittura in cui cerca di coinvolgere temi a lui fondamentali, dal viaggio alle culture indiane oltreoceano, dall’attualità alla conoscenza più profonda dell’io.
Affacciato alla Finestra

affa
Affacciato alla finestra è una summa del pensiero dell’autore che cerca attraverso i tanti racconti di proiettare il lettore in una dimensione parallela lontana dalla routine quotidiana dove la continua ricerca del sé è il leitmotiv imprescindibile delle molteplici vicende dei protagonisti.

ehy

La storia di Joe, un ragazzo che frequenta il college, che ama studiare e scrivere poesie. Ma la sua più grande passione è la musica, lui vive per la musica; ed è proprio a causa della musica che spesso si scontra con il padre, un generale dell’esercito, che vorrebbe che suo figlio seguisse le sue orme invece di perdere tempo con i suoi amici in garage a suonare e a sognare un futuro da rockstar. Ma Joe e i suoi amici Jim e Mark amano la musica e sperano in un futuro di riuscire a vivere di essa così si vedono e suonano di nascosto proprio nel garage di Joe mentre il padre è al lavoro. Ma un bel giorno tutto finisce poiché la guerra in Vietnam si avvicina sempre di più e diventa la realtà di tanti giovani americani. Anche Joe viene chiamato alle armi, prima in una caserma del Texas, dove affronta un addestramento molto duro, e poi viene mandato sul campo proprio in Vietnam che continua a mietere vittime tra i tanti giovani americani. Anche qui l’unica sua ancora di salvezza è la musica, lo salva perché non lo fa pensare a tutto il sangue, la morte che gli ruota attorno mentre anela a tornare a casa dai suoi genitori e dai suoi più cari amici.